Il Centro

Area esterna panoramica

ll Centro Anfibi è stato realizzato a Pianoro nel 2000 nell’ambito del Progetto Pellegrino LIFE Natura 1998 attivato dalla Provincia di Bologna e cofinanziato dalla Unione Europea.Nasce come “Centro per il monitoraggio e la conservazione degli anfibi del territorio appenninico bolognese”, con particolare riguardo alle specie rare e minacciate presenti nei siti di

interesse comunitario dell’Appennino

bolognese.

 

Terminato il progetto Life Pellegrino, il Centro Anfibi ha proseguito le attività di ricerca, conservazione e divulgazione attraverso il “Progetto per la conservazione delle specie di anfibi rare e minacciate” promosso dall‘ Assessorato all’Ambiente della Provincia di Bologna e dal Comune di Pianoro.
Dal 2004 al 2006, gli enti promotori hanno affidato la gestione del Centro Anfibi all’associazione A.R.Te. (Anfibi, Rettili e Territorio), costituitasi a Pianoro nel 2003.
Dal 2008 è cessata la Convenzione tra la Provincia di Bologna e il Comune di Pianoro il quale ne ha stipulata una nuova con l’associazione A.R.Te. Nello stesso anno è stata stipulata anche una Convenzione con il Parco Regionale dei Gessi Bolognesi e Calanchi dell’Abbadessa.

Stagno protetto da recinzione

Obiettivi

Diverse specie di Anfibi presentano in varie parti del mondo uno status minacciato e allarmanti segni di declino. La distruzione, alterazione e frammentazione degli habitat naturali provocata dall’uomo, principale causa della grave perdita di biodiversità che si sta verificando sulla Terra, colpisce gli Anfibi in modo particolare. Per le loro particolarità biologiche, infatti, gli Anfibi sono animali molto sensibili tanto alle alterazioni dell’ambiente acquatico quanto a quelle dell’ambiente terricolo.
Dalla tutela degli Anfibi gli obiettivi del Centro si sono oggi ampliati notevolmente includendo la salvaguardia e la gestione degli habitat naturali di altre specie minacciate.